Design Talks

Programma 2016

Programma 2016

L’edizione 2016 di DesignTalks, la serie di conferenze promossa ogni anno da SPD, accosta e porta al pubblico voci provenienti da diversi ambiti professionali esplorando un ampio ventaglio dei temi di discussione: dal disegno di caratteri tipografici all’exhibit design su scala urbana, dal progetto delle nuove riviste fino alle piattaforme aperte per il design di prodotti on-demand che superano il concetto di serie. Il programma presenta le idee, le opinioni e le storie di Ricardo Salas, Luisa Milani, Walter Molteni, Marco Zanardi, Francesco Scullica, Marco Piva, Claude Marzotto, Maia Sambonet, Andrea Trimarchi, Simone Farresin, Hans Wolbers, Fabio Parasecoli. Nel suo insieme DesignTalks passa in rassegna alcuni dei temi e delle linee di ricerca emergenti nei diversi ambiti disciplinari offrendo una prospettiva aggiornata sull’evoluzione della scena professionale.

La nuova serie di DesignTalks inizierà nella primavera 2018. Il programma sarà disponibile all’inizio dell’anno.

Il calendario degli appuntamenti Design Talks 2016

martedì, giugno 6

h.19:00

Niko Romito

 

Coordina: Federico De Cesare Viola

Attraverso la ricerca, l’innovazione e l’approccio imprenditoriale, lo chef tre stelle Michelin, tra i 50 migliori del mondo, ha creato un linguaggio personale e un sistema complesso dove coesistono alta cucina, format di ristorazione diffusa, formazione superiore e prodotti per il consumo domestico.
In Romito istinto imprenditoriale e sensibilità gastronomica sono inscindibili. Piatti ormai istantaneamente associati allo chef come l’Assoluto di cipolle, parmigiano e zafferano tostato, Piccione fondente e pistacchio, Verza e patate dimostrano come attraverso una ricerca incessante Romito percorra la strada dell’essenzialità, dell’equilibrio e del gusto. In pochi anni è riuscito a creare un linguaggio culinario forte e personale, del tutto privo di riferimenti ovvi.
“Della mia cucina si dice spesso che è semplice. È verissimo, nel senso che manca di complicazione, eppure sottintende una notevole complessità. La complessità in cucina può essere vantaggiosa, la complicazione mai”. (Niko Romito, “10 Lezioni di Cucina”, Giunti editore).

http://www.nikoromito.com/

 

mercoledì, maggio 31

h.19:00

Francesco Faccin

 

Introdotto da: Ali Filippini

Dal pezzo unico alla serie: il progetto come pretesto per addentrarsi in avventure umane molto diverse tra loro. L’esplorazione della progettazione di Francesco Faccin parte da piccoli progetti, anche molto ricercati, per arrivare allo studio di soluzioni per il mercato. Grazie a fatto che divide il suo lavoro tra l’azienda e la bottega, può spaziare, in fase di progettazione, negli ambiti più diversi: il sociale, l’educativo, la ricerca sperimentale con i materiali. Il metodo di lavoro basato sull’attenta conoscenza delle tecniche artigianali e del disegno, è la chiave di lettura di tutta la sua ricerca progettuale.

http://www.francescofaccin.it/

 

martedì, maggio 30

h.19:00

Katja Gruijters

Coordina: Antonello Fusetti

Per alcuni il cibo è solo benzina, un gesto necessario per sopravvivere ma in molti contesti l’atto di nutrirsi ha subito una grande evoluzione e intorno al cibo nascono rituali e attività che esprimono un valore sociale e culturale. Katja Gruijters abbraccia il secondo punto di vista e infatti tutto il suo lavoro si concentra sulle persone e sul loro ambiente di vita. Katja si impegna a far capire alle persone quanto il cibo sia strettamente collegato alle origini, ai comportamenti, alle tradizioni religiose e ai linguaggi di ciascun paese. La sua ricerca, sviluppata in collaborazione con chef, scienziati e registi, è orientata ad aumentare la consapevolezza di alcune problematiche specifiche connesse con la cultura alimentare. Dal suo punto di vista, la salute è solo una parte dell’equazione e altri aspetti guadagnano pari importanza: la biodiversità e la sostenibilità, la riduzione degli sprechi, la relazione tra natura e tecnologia, l’identità del cibo e la sua progettazione.

http://www.katjagruijters.nl/

 

giovedì, maggio 25

h.19:00

Fabio Parasecoli

Cibo e cinema. Moltissimi sono i film che parlano di ​​cibo. Fabio Parasecoli ha preso in esame la produzione americana e italiana a partire dagli anni ’90 e valutato con imparzialità alcuni temi sensibili come l’apertura verso il pluralismo ideologico, l’accettazione etnica, culturale o sociale, l’uguaglianza di genere che i film riflettono. La ricerca di Parasecoli fornisce una prospettiva inedita sul tema: che sia in cucina, intorno alla tavola o nella sala da pranzo, inaspettatamente i film si servono del cibo per suggerire un’interpretazione spesso conservatrice della società, rielaborando e rafforzando le idee di potere radicate.

Fabio Parasecoli è Professore Associato e Coordinatore dei Food Studies presso la New School di New York. Dopo essersi occupato di questioni politiche mediorientali, per anni ha scritto per la rivista enogastronomica Gambero Rosso come corrispondente dagli Stati Uniti. Ha poi deciso di dedicarsi alla ricerca, esplorando vari argomenti, tra cui il rapporto tra cibo e media, politica e cultura popolare.

È autore di numerose pubblicazioni sul tema come Bite me!, Food in Popular Culture (2008), Cultural History of Food (2012), Al Dente: A History of Food in Italy (2014), Unequal Territories: Food, Place, and Power in the Global Market (2015) e il recente Feasting Our Eyes: Food Film, Cultural Citizenship, and Identity in the U.S.

http://www.katjagruijters.nl/

 

martedì, maggio 9

h.19:00

Hans Wolbers

 

Coordina:
Silvia Sfligiotti

La serie dei Design Talks 2017 continua con una conferenza di Hans Wolbers, fondatore e direttore creativo di Lava Creative Agency. Wolbers metterà al centro della sua presentazione «i modi in cui gli errori, I fallimenti e gli eventi inaspettati possono farci guardare le cose in modo diverso, portandoci magari anche al successo (oppure no)».

Fin dagli inizi Lava è stata una delle agenzie leader nel design olandese. Wolbers ha iniziato portando innovazione nel design editoriale, insegnando ai suoi collaboratori a lavorare come giornalisti visivi.

Dopo aver ricevuto il premio di Art Director dell’anno nel 1999, Wolbers ha espanso il campo di lavoro verso l’Identity design, portando i principi del design editoriale nella progettazione di identità visive, cambiandone radicalmente l’approccio. Lava ha inventato il termine Dynamic Identities.

Accanto al suo lavoro come designer, Wolbers tiene regolarmente conferenze e workshop.

Nel 2010 Lava ha ricevuto il premio come European Design Agency dell’anno, e poco dopo ha aperto un ufficio a Pechino. Nel 2015 Wolbers ha lanciato Lava Lab, una nuova iniziativa in cui vengono sviluppate nuove tecnologie e strategie di design innovative.

http://lava.nl/

 

giovedì, aprile 6

h.11:30

Andrea Trimarchi e Simone Farresin

 

Conferenza di:
Studio Formafantasma

Coordina:
Ali Filippini

Andrea Trimarchi e Simone Farresin formano lo Studio Formafantasma, un duo di designer italiani con base ad Amsterdam.

I loro lavori sono stati presentati e pubblicati a livello internazionale e fanno parte di prestigiose delle collezioni di prestigiose istituzioni come il MoMA di New York, il Victoria and Albert di Londra, il Metropolitan Museum di New York. La pratica di Formafantasma è caratterizzata da una profonda attenzione per le implicazioni storiche, politiche e sociali del design e da un approccio critico ai materiali e al loro impiego nella produzione. La loro ricerca rappresenta un’interessante fusione tra due culture di design dalla forte identità, quella italiana e quella olandese. Il loro lavoro fonde il gusto per l’artigianalità e la tradizione con l’approccio più artistico, basata su ricerca e innovazione.

L’incontro, introdotto da Ali Filippini e aperto al pubblico, si svolgerà in lingua inglese con traduzione simultanea in italiano.

http://www.formafantasma.com/

 

martedì, marzo 14

h.19:00 - 20:00

Claude Marzotto e Maia Sambonet

 

Lecture by:
Claude Marzotto e Maia Sambonet

Oltre a presentare una selezione degli ultimi progetti a cui hanno lavorato, Claude Marzotto e Maia Sambonet condurranno un discorso sul processo underlying design, parlando del modo in cui il lavoro per i clienti sembra sempre essere strettamente collegato alla ricerca autoprodotta, tanto da evolversi in attività partecipative, quali ad esempio i workshop.

Combinando pratiche di produzione di immagini sperimentali con la progettazione editoriale e di eventi, il lavoro di òbelo spazia perfettamente dal semplice foglio di carta allo spazio, attraversando una vasta gamma di scale e formati.

http://obelo.it/

 

mercoledì, marzo 8

h.18:30 - 20:30

Marco Zanardi, Francesco Scullica e Marco Piva

 

Conferenza di:
Marco Zanardi, partner Realtà Group
Francesco Scullica, direttore MID Master in Interior Design
Marco Piva, fondatore Studio Marco Piva

Conduce:
Giorgio Tartaro, giornalista e condirettore MID Master in Interior Design

http://www.realtagroup.eu/
http://www.studiomarcopiva.com/

 

mercoledì, febbraio 22

h.19:00 - 20:30

Luisa Milani e Walter Molteni

 

Conferenza di:
Luisa Milani e Walter Molteni

La seconda conferenza dei Design Talks 2016, avrà come ospire Luisa Milani e Walter Molteni, che fondarono LaTigre, uno studio di consulenza creativa che spazia in vari ambiti, con base a Milano nel 2009, specializzato nella creazione di soluzioni di visual design molto ricercate, di qualsiasi formato, sia per clienti italiani che esteri.

Il linguaggio visivo che usano è semplice, ma al tempo stesso sofisticato, con un look contemporaneo, ma legato al rispetto e alla passione per la tradizione.

Negli ultimi anni, lo studio ha lavorato per il New York Times Magazine, Wired, The Guardian, New Yorkwe, Il Sole 24 Ore, The Indipendent e molti altri. LaTigre è stata apparsa su numerose riviste, libri e blog. Nel 2012 è stata premiata con il premio Art Directors Club’s Young Guns. Nel 2016 è stata menzionata da New York Type Directors Club, Society of Publication Designers ed è stata premiata con un oro nel premio spagnolo Laus Award.

http://latigre.net/

 

martedì, febbraio 14

h.19:00

Ricardo Salas

 

Introdotto da:
Antonello Fusetti

I DesignTalks 2016 si inaugurano il 14 febbraio con una conferenza di Ricardo Salas, rinomato graphic designer messicano, che attualmente è direttore della Scuola di Design dell’Università Anáhuac di Città del Messico. Ex-alunno della Scuola Politecnica di Design, Salas ha iniziato i suoi studi sotto la guida di professori del calibro di Pino Tovaglia, Bruno Munari, Max Huber ed altri, e ha poi proseguito la sua formazione con un diploma post-laurea in grafica, animazione e tipografia a Basilea, in Svizzera.

Salas è tornato a Città del Messico nel 1980, dove ha intrapreso la carriera come graphic designer, lavorando per progetti su scala internazionale, compresa la ri-progettazione della National Library di Parigi. Ha anche fondato un suo studio di grafica a Milano, dove, sin dall’inizio, Frontespizio ha curato grandi progetti di composizione editoriale e di immagini, talvolta anche in tre dimensioni. Il suo lavoro è stato pubblicato ed esposto su piattaforme di design molto prestigiose e lui è membro attivo del comitato del Museo di Arte Popolare di Città del Messico.