Design Talks

Programma 2014

Programma 2014

L’edizione 2014 di DesignTalks, la serie di conferenze promossa ogni anno da SPD, accosta e porta al pubblico voci provenienti da diversi ambiti professionali esplorando un ampio ventaglio dei temi di discussione: dal disegno di caratteri tipografici all’exhibit design su scala urbana, dal progetto delle nuove riviste fino alle piattaforme aperte per il design di prodotti on-demand che superano il concetto di serie. Il programma dedicato alla comunicazione visiva, curato da Silvia Sfligiotti, presenta le idee, le opinioni e le storie di Luciano Perondi, Andreas Gysin, Luca Pitoni, Paolo Tassinari, John Walters e Peter Bilak. Ali Filippini, giornalista, ricercatore e critico del design, ha selezionato gli ospiti per l’area product design e architettura: Matteo Ragni, Ico Migliore, Setsu Ito, Denis Santachiara, Simone Micheli. Nel suo insieme DesignTalks passa in rassegna alcuni dei temi e delle linee di ricerca emergenti nei diversi ambiti disciplinari offrendo una prospettiva aggiornata sull’evoluzione della scena professionale.

La nuova serie di DesignTalks inizierà nella primavera 2015. Il programma sarà disponibile all’inizio dell’anno.

 

Il calendario degli appuntamenti Design Talks 2014

mercoledì, marzo 26

h.18.30

Luciano Perondi

 

Introduce: Silvia Sfligiotti

Luciano Perondi, ricercatore, docente, type e information designer è direttore dell’ISIA di Urbino. Nel libro “Sinsemie. Scritture nello spazio”, pubblicato nel 2012 da Stampa Alternativa, propone il superamento del termine information design, a favore di sinsemia, ovvero “la disposizione deliberata e consapevole di elementi di scrittura nello spazio con lo scopo di comunicare, attraverso l’articolazione spaziale e le altre variabili visive, in modo ragionevolmente univoco e secondo regolarità”.

http://synsemia.org/

martedì, maggio 6

h.18.30

Andreas Gysin

 

Introduce: Massimiliano Mauro

Andreas Gysin vive e lavora come visual designer tra Berlino e Lugano. Il suo lavoro mette insieme grafica, animazione e coding per sviluppare applicazioni custom che scelgono media via via diversi per l’output. Tiene numerosi workshop e insegna interaction design e programmazione all’ECAL di Losanna e alla SUPSI di Lugano.

http://www.ertdfgcvb.ch

mercoledì, maggio 7

h.18.30

Luca Pitoni

 

Introduce: Silvia Sfligiotti

Specialista del magazine design, Luca Pitoni è stato protagonista del lancio di IL, Intelligence in lifestyle, il magazine del Sole24Ore, ed è ora art director della sezione riviste delle Edizioni San Paolo, dove ha iniziato un ampio programma di riprogettazione di testate storiche e il lancio di nuovi progetti.

http://www.lucapitoni.it/

mercoledì, maggio 21

h.18.30

Paolo Tassinari

 

Introduce: Silvia Sfligiotti

Paolo Tassinari lavora nel campo del visual design occupandosi di editoria, identità visiva e allestimenti espositivi per il mondo istituzionale e culturale dalla fine degli anni settanta; nel 1984 con Pierpaolo Vetta ha fondato a Trieste lo studio Tassinari/Vetta. Art director di «Casabella», rivista internazionale di architettura, dal 1996, ha realizzato progetti nel campo dell’arte, del design e dell’architettura, collaborando con i principali architetti internazionali. Membro dell’AGI-Alliance Graphique Internationale, insegna e ha tenuto conferenze in Italia, Medio Oriente, Australia; nel 2011 è stato premiato con il Compasso d’oro/ADI per il lavoro sul Napoli Teatro Festival Italia.

http://www.tassinarivetta.it/

mercoledì, giugno 11

h.18.30

John L. Walters

 

Introduce: Silvia Sfligiotti

John L. Walters, musicista di formazione, è giornalista e critico e dal 1999 dirige Eye Magazine, la prestigiosa rivista inglese dedicata al graphic design e alla comunicazione visiva. Nel 2008, insieme a Simon Esterson è diventato anche proprietario ed editore della rivista, che da allora è completamente indipendente. Walters partecipa regolarmente a conferenze internazionali e a giurie di premi, tra cui gli European Design Awards e al 24° Biennale della grafica di Brno.

http://www.eyemagazine.com/

mercoledì, giugno 18

h.18.30

Ali Filippini

 

Introduce: Ali Filippini

Matteo Ragni è architetto, designer e art director. Nel 2001 ha vinto con Giulio Iacchetti il Compasso d’Oro ADI per la forchetta/cucchiaio biodegradabile “Moscardino”, ora nella Collezione Permanente del Design presso il MOMA di New York. Nel 2008 ha vinto il Wallpaper Design Award ’08 per la lampada da tavolo/ferma libri Leti prodotta da Danese. Sempre nel 2008 ha fondato TobeUs, marchio che produce artigianalmente in Italia e che vuole essere un manifesto per un consumo consapevole. Per la casa editrice Corraini ha pubblicato “Camparisoda: l’aperitivo veloce futurista, da Fortunato Depero a Matteo Ragni” per celebrare i 100 anni del Futurismo e, nel 2012, il libro “Wallpaper Celebrations”. Sempre nel 2012 ha vinto il Premio Nazionale per l’Innovazione “Premio dei Premi” per il progetto W-eye. Nel 2013 si è tenuta a Toronto una sua personale dal titolo “Matteo Ragni: Almost 20 Years of Design”.

http://www.matteoragni.com

mercoledì, giugno 25

h.18.30

Peter Bilak

Introduce: Silvia Sfligiotti

Peter Bilak è il fondatore della rivista Works that work e della type foundy Typotheque. Personalità poliedrica, la sua attività abbraccia l’editoria, la grafica e il type design fino a includere la partecipazione a progetti di danza contemporanea. In questa conferenza Bilak approfondisce il tema della progettazione di caratteri tipografici affrontandone la contraddizione di fondo: si tratta una delle attività più specializzate a livello professionale ma è anche tra le discipline più visibili a cui tutti siamo quotidianamente esposti. Peter Bilak analizza gli elementi che entrano in gioco nella creazione di un nuovo carattere a partire dal linguaggio, dalla tecnologia e dal suo impatto sul design.

http://www.peterbilak.com/
http://www.typotheque.com/

mercoledì, luglio 2

h.18.30

Ico Migliore

 

Introduce: Paolo Cesaretti

Ico Migliore ha fondato Migliore+Servetto nel 1997 insieme a Mara Servetto. Lo studio sviluppa progetti di architettura e interni, cura interventi urbani e progetti di comunicazione per città, musei e istituzioni in genere. Con uffici a Milano, Tokyo, Seoul e Varsavia, Migliore+Servetto collabora con i marchi più importanti a livello internazionale nei settori della moda, dell’editoria e della produzione industriale. L’attività dello studio abbraccia le diverse scale del progetto: gli spazi sono interpretati come interfacce dinamiche, strumenti di comunicazione tra le aziende o le istituzioni e il loro pubblico così da costruire esperienze memorabili. Il lavoro di Migliore+Servetto ha ricevuto numerosi premi in tutto il mondo.”

http://www.architettimiglioreservetto.it

mercoledì, luglio 9

h.18.30

Setsu Ito

 

Introduce: Ali Filippini

Setsu Ito, giapponese trapiantato a Milano dal 1995, ha collaborato con due maestri del design del XX secolo: il leader dell’avanguardia italiana con studio Alchimia, Alessandro Mendini, e il famoso architetto e designer Angelo Mangiarotti. Presto ha intrapreso una carriera indipendente aprendo il proprio studio con Shinobu Ito. Insieme lavorano come consulenti per importanti aziende internazionali e hanno ricevuto numerosi premi come il Young & Design Award (1999), il Good Design Award (2001) e il Compasso d’Oro (2011). Alcuni dei loro progetti sono stati inseriti nelle collezioni permanenti di importanti istituzioni internazionali come il Design Museum della Triennale di Milano e il Die Neun Sammlung International Design Museum di Monaco di Baviera. Il lavoro dello studio è stato pubblicato in diversi libri e riviste internazionali.

http://www.studioito.com

martedì, luglio 15

h.18.30

Denis Santachiara

 

Introduce: Ali Filippini

Denis Santachiara è uno dei protagonisti del design italiano. Dagli anni Ottanta ama lavorare al confine tra arte e design esplorando tecnologie e processi industriali innovativi per generare nuove estetiche e prodotti che sono insieme poetici e funzionali. Ha curato numerose mostre tra cui “La Neomerce” (1984) alla Triennale di Milano. Ha esposto in importanti musei come il Centre Pompidou, il Louvre e il Grand Palais a Parigi, il Museum of Modern Art a Tokio, il Chicago Atheneeum, il Vitra museum e il Moma di New York. Tra i premi ricevuti, il Compasso d’Oro, il Good Design e il Design World. L’ultima frontiera del suo lavoro è ciò definisce “download design”: progettare, produrre e vendere il prodotto su richiesta direttamente sul web, senza passare attraverso la filiera tradizionale fatta di fabbriche, magazzini e rivenditori.

http://www.denisantachiara.it

lunedì, luglio 21

h.18.30

Simone Micheli

 

Introduce: Ali Filippini

Simone Micheli ha avviato sua attività come architetto nel 1990 e nel 2003 ha aperto la Simone Micheli Architectural Hero con sedi a Firenze e Milano. Il suo lavoro si articola in direzioni diverse e complementari: architettura, interni, prodotto e arredo, comunicazione visiva. Ha completato numerose realizzazioni per pubbliche amministrazioni e per importanti committenze private connesse al mondo residenziale e della collettività. I suoi progetti sono caratterizzati da una forte identità e unicità. Tra i premi ricevuti a livello internazionale, il TrE number one award 2011 per l’interior design (Italia), il Contemporary Spa Award 2011 nella categoria Best Future Spa (Italia), l’International Design Award 2008 nella categoria Interior Design (USA) e i riconoscimenti come Interior Designer dell’anno assegnato dalla giuria dell’International Design Award nel 2008 (USA) e come Best of Year 2010 nella categoria Beauty, Spa and Fitness nella competizione organizzata da Interior Design Magazine (USA).

http://www.simonemicheli.com

mercoledì, novembre 5

h.11.30

Mauro Porcini

 

Introduce: Antonello Fusetti

Mauro Porcini è il Chief Design Officer di PepsiCo. La sua lecture intitolata Design come nuovo asset per generare innovazione e produrre cambiamento offre spunti di grande interesse per applicare il design strategico al business in modo da accrescere la qualità dei processi aziendali, identificare bisogni e opportunità, migliorare l’approccio al problem solving. Dopo aver lavorato a lungo per 3M sia a Milano che a Saint Paul, Porcini è entrato in Pepsi Co nel 2012 come Chief Design Officer, una posizione creata espressamente per il suo ingresso in azienda. È l’uomo incaricato di valorizzare il design thinking all’interno della struttura e nella cultura aziendale gestendo il design a livello globale secondo un approccio creativo, innovativo e centrato sul consumatore per tutti i brand della galassia PepsiCo. Mauro Porcini è stato inserito da Fortune nella selezione dei 40 business leader under 40 e segnalato da Fast Company tra i 50 designer più influenti in America.

https://www.linkedin.com/in/mauroporcini