Buono e Giusto

Occhiello

Riflessione, osservazione, scoperta. Il progetto restituisce un punto di vista inedito sull’atto del mangiare: il proprio. Una serie di specchi è posta intorno a una mensa, un semplice piatto sospeso al centro dell’installazione che è destinato a ospitare il panino. Gli specchi riflettono l’immagine della persona mentre mangia e le permettono di leggere alcune parole chiave nascoste che diffondono la conoscenza dei valori racchiusi in ogni panino.

Sofia Perazzolo George Saghbini Patricia Amat Pons