News

AUDI 2015 | PRESENTATI A WALTER DE’ SILVA I CONCEPT AVANT

AUDI 2015 | PRESENTATI A WALTER DE’ SILVA I CONCEPT AVANT

Nuove visioni Avant: debuttano gli undici progetti sviluppati dagli studenti del Master SPD in collaborazione con Audi.

Sono stati svelati i nuovi concept Avant sviluppati dagli studenti del Master in Car Design SPD in collaborazione con Audi. La presentazione dei modelli si è svolta martedì 27 giugno in SPD alla presenza di Walter de’ Silva, Design Director Audi Brand Group, attivamente coinvolto nel progetto, e del suo staff: Gary Telaak per gli esterni e Ingo Von Bargen per gli interni.

Dare forma all’evoluzione del concetto Avant nei prossimi dieci anni: questo è il brief che Walter De’ Silva, ha affidato lo scorso ottobre ai venti giovani designer provenienti da tutto il mondo: dall’Olanda a Israele, dalla Bielorussia alla Francia passando naturalmente per l’Italia.

Undici sono le proposte sviluppate sotto la guida di Marco Bonetto,responsabile didattico del Master SPD in Transportation Design. Idee che proiettano il concept Avant nel prossimo futuro, delinenadone le linee di sviluppo. Le interpretazioni degli studenti spaziano tra nuove coupé con ampia capacità di carico, lussuose limousine o cabriolet dalle linee fluide ispirate alla nautica.

In particolare sono tre i modelli che hanno attirato l’attenzione di Audi e che saranno presentati al Design Center di Ingolstadt: una coupé grintosa dalla grafica ricercata disegnata da Oleksiy Tsapliy, studente ucraino di trentadue anni; l’eccentrica landaulet di Dzmitry Samal, ventiquattrenne bielorusso, articolata in zona scoperta per il pilota e in abitacolo esclusivo per ospiti VIP; infine Kamil Labanowicz, venticinque anni dalla Polonia, con una Avant coupé compatta e sportivissima, a suo agio in ambito urbano ma perfetta anche per il weekend fuoricittà.

Proprio sul tema delle sports car si concentrerà l’edizione 2006-2007 del Master in Transportation Design, per il terzo anno consecutivo in collaborazione con il gruppo Audi Seat Lamborghini. Una nuova sfida per i giovani designer SPD, ancora concentrata sul marchio Audi, simonimo di eleganza, lifestyle e appunto, sportività.

Il Master parte a ottobre 2006 ed è a numero chiuso. Le selezioni sono aperte a candidati con precedente esperienza nel car design e forte motivazione ad affrontare un programma che impegna gli studenti fino agiugno 2007 affinando le competenze progettuali e gli strumenti professionali: sketching, Alias, modellazione in clay. Di primo piano anche il corpo docente della scuola che coinvolge, oltre al personale Audi, Marco Bonetto, Mario Favila e altri professionisti attivi nelle case automobilistiche e nei centri stile più importanti.

Sono disponibili quattro borse di studio per i candidati che presenteranno il portfolio più interessante. Per informazioni e richieste di ammissione: dioli@scuoladesign.com; t +39 02 21597590.

Avant Visio nasce dalla volontà di rispettare il DNA Audi, proiettandolo nel futuro. La visione Avant nei prossimi dieci anni: Oleksiy Tsapliy sceglie di muoversi all’interno di questo territorio per creare un’icona, un nuovo concetto che richiama un preciso stile di vita. Visio infatti è molto più di una station wagon elegante e sportiva. È una vettura grintosa che intercetta il gusto sofisticato di un pubblico di giovani adulti, professionisti dinamici ed esigenti, attenti al design e alle prestazioni. ll design parte dalla ricerca delle giuste proporzioni per restituire impatto, emozione e sportività. Rispetto ai modelli attuali, Visio sottolinea il carattere aggressivo del coupé. Si tratta di un’aggressività sempre controllata, mai minacciosa e sempre bilanciata dall’armonia dell’insieme. ll linguaggio adottato trasmette una forte sensazione di tridimensionalità legando in modo indissolubile la grafica ai volumi. Le superfici risultano così pulite ma estremamente modellate, percorse da segni decisi che regalano al corpo dell’auto l’effetto di una scultura.
Dzmitry Samal fa risorgere l’auto landaulet, molto popolare tra gli anni Venti e Trenta, e la trasforma uno status symbol contemporaneo che offre sfarzo, piacere, glamour. Avantgarde è una concept car da esibire senza riserve. Il lusso si traduce in un design moderno ed elegante che conquista al primo sguardo. Il concept è sviluppato a partire dal package della A8. Linee, volumi e superfici sono essenziali e accattivanti. L’auto contiene due zone separate: la prima, scoperta e dotata di tetto richiudibile grazie a un meccanismo automatico, è riservata al pilota; la seconda è la zona privata, dedicata a due passeggeri VIP, dotata di comfort e lusso oltre ogni immaginazione. L’intero corpo dell’auto è percorso da una linea morbida a S che sottolinea e allo stesso tempo integra le due zone. Questa S converge nella linea di cintura che si alza sul retro, enfatizzando la privacy della zona passeggeri. Anche dal punto di vista dei volumi, Avantgarde racchiude due auto in una. La prima è una cabriolet sportiva e veloce che offre il massimo piacere di guida; la seconda è una lounge car che garantisce totale relax e privacy assoluta, unite a tutte le dotazioni di un ufficio mobile.
Kamil Labanowicz immagina una Avant con il carattere da sportiva e le performance di una station wagon per un target giovane e orientato al nuovo che vuole scoprire, evadere ma anche tornare. La Avant Coupé ha una vocazione tipicamente urbana ma sa assecondare il piacere del viaggio: pronta a tuffarsi nel traffico della città, si muove con disinvoltura anche durante gli spostamenti del weekend. Il risultato è una coupé compatta con le performance di una vera Avant, una due volumi che enfatizza il posteriore, reso quasi verticale. Dal punto di vista grafico le superfici sono definite da segni accentuati dalla lunghezza ridotta, quasi a formare una “L“. Archi decisi attorno alle finestre laterali definiscono il profilo dell’auto. La superficie vetrata posteriore è mobile e si solleva scorrendo verso l’alto per consentire l’accesso al bagagliaio. Anche parte del paraurti posteriore slitta in basso in modo da non occupare spazio e agevolare le operazioni di carico.

Dall’alto: Walter de’ Silva
Audi Visio di Tsapliy Oleksiy
Audi Avant Coupé di Kamil Labanowicz
Avant Landaulet di Dzmitry Samal
Walter de’ Silva commenta i progetti degli studenti

  • veneto
  • tsapliy
  • labanowicz
  • samal
  • de silva
  • tavole de silva
  • audi weve
  • kamil desilva