News

IDEE PER IL VIAGGIO A SMAU CON MICROSOFT E PIQUADRO

IDEE PER IL VIAGGIO A SMAU CON MICROSOFT E PIQUADRO

I progetti degli industrial designer SPD protagonisti all’evento del 23 ottobre con Bill Gates.

I progetti sviluppati dagli studenti del Master SPD in Industrial Design 2004-2005 in collaborazione con Microsoft e Piquadro sono stati presentati ieri a SMAU durante l’evento Digital Lifestyle Digital Workstyleche ha visto la presenza eccezionale del Bill Gates, presidente di Microsoft Corporation per festeggiare i vent’anni di Microsoft in Italia.

Fabio Falzea, Direttore Divisione Mobilità di Microsoft Italia, ha illustrato i cinque concept selezionati tra le proposte sviluppate dagli studenti con Denis Santachiara, coordinatore del progetto: Buddy, BagFan, DolceVita, Dinamo, Random.

Buddy è un compagno di viaggio: portable blog e insieme borsa indossabile per il trekking urbano. Un sistema in grado di archiviare e trasferire a un sito web personale le memorie di un viaggio oltre a contenere tutti gli oggetti indispensabili per la giornata: cellulare, macchina fotografica, lettore mp3 insieme a portafoglio, chiavi e occhiali da sole. Buddy acquisisce dati digitali – immagini e suoni – in un diario di viaggio interpretato in chiave moderna e tecnologica. Fotografie e suoni sono catturati automaticamente e raccolti da un dispositivo digitale che, in presenza di un wireless hot spot, carica i dati nel blog del viaggiatore. La borsa – una body bag dal design organico – si trasforma e diventa un contenitore esteso. Ha un’interfaccia con cui l’utente interagisce, comunica con il computer e con il blog, intrattiene con la musica e scatta foto attraverso un obbiettivo all’altezza della spalla, catturando il viaggio da un punto di vista inedito che completa la visione del viaggiatore.

Come un ventaglio, BagFan raddoppia gli spazi. Il progetto è pensato per il manager giovane e dinamico, attento al design, che si sposta velocemente da un appuntamento all’altro. Con un solo gesto, BagFan si trasforma da borsa compatta a zaino per risolvere in modo intelligente tutte le emergenze della giornata di lavoro. La borsa monospalla contiene perfettamente il portatile mentre lo zaino, pratico ed elegante, consente carichi più importanti mantenendo inalterata la leggerezza. La superficie esterna dello zaino offre un aiuto a chi non può mai fare a meno dell’elettronica: grazie ai piccoli pannelli fotovoltaici, flessibili e resistenti, collocati sulla scocca, BagFan è in grado di accumulare in poche ore, anche senza esposizione diretta al sole, l’energia necessaria per ricaricare cellulari, il palmare o l’inseparabile laptop. Anche la tecnologia è leggera: l’accumulatore sta in un pacchetto di sigarette.

Femminilità e tecnologia: un binomio sempre più attuale. DolceVita ha un carattere fashion, sexy e dissacrante in un territorio tradizionalmente maschile, più essenziale e rigoroso. La borsa portacomputer diventa un oggetto da scegliere e cambiare ogni giorno, da intonare all’umore o all’abbigliamento. E da gonfiare come per gioco grazie a una valvolina da salvagente. Realizzata in tessuto impermeabile e airproof, sottile e leggera, DolceVita occupa uno spazio ridottissimo. Si gonfia in meno di un minuto mantenendo la sua caratteristica leggerezza. La camera d’aria protegge nel modo più semplice ed efficace il computer all’interno. Dopo l’uso la borsa, sgonfiata, può essere riposta ovunque con un ingombro minimo. I colori sono accesi, la pelle esterna sceglie materiali diversi per un effetto tattile piacevole. La superficie di DolceVita è decorata da pattern tridimensionali di ispirazione grafica: motivi floreali, morbide onde o tanti piccoli punti di saldatura che le regalano il sapore un po’ retrò della cara, vecchia poltrona capitonné.

Dinamo è un piccolo trolley per brevi viaggi di lavoro. Il design, ispirato alla vecchia batteria da 4,5 volt, svela ironicamente l’innovazione contenuta nel progetto: un contenitore agile ed elegante che permette di ricaricare tutti gli strumenti elettronici di un manager in viaggio. La tecnologia è invisibile, alloggiata nel doppiofondo alla base del trolley: una dinamo collegata alle ruote e un accumulatore. Il semplice movimento delle ruote, che si rilasciano all’estrazione della maniglia, permette di generare energia. Anche attraverso i più piccoli spostamenti si può produrre una riserva utile a ricaricare l’indispensabile cellulare o il computer portatile. I jack per connettere i vari device sono collocati nei due pratici vani portaoggetti nella parte superiore del trolley, accanto alla maniglia. Qui, nascosto ad occhi esterni, si trova anche il display che indica la carica della batteria. In un mondo di tecnologia avanzatissima che ancora dipende in modo decisivo dall’alimentazione elettrica, Dinamo offre una soluzione innovativa a partire da una risorsa accessibile e naturale come il movimento delle persone.

Random è uno zaino dedicato a chi ogni giorno sceglie le due ruote come mezzo di trasporto veloce nel traffico delle città. Il sistema è basato sulla tecnologia RFID – identificazione via radio frequenza – che permette anche ai motociclisti più distratti di non lasciare nulla al caso. Prima di partire, Random consente di controllare rapidamente la presenza di oggetti indispensabili per il viaggio all’interno della borsa. La borsa poligonale, dal design tecnico ispirato al concetto di sicurezza, è dotata di sensori RFID luminosi che non necessitano di alcuna alimentazione elettrica. Applicando appositi tag colorati agli oggetti che si vuole avere con sé – dal telefono alle chiavi – è possibile verificarne la presenza all’interno del contenitore. Semplicemente, con un solo colpo d’occhio, grazie ai sensori LED del colore corrispondente posti all’esterno dello zaino. Spento? Manca il cellulare. Acceso? Partenza e via.